5 cose che un romanista deve sapere prima di iniziare la giornata – 19 settembre

19/09/2019 di Rudi

Stasera giocherà la Roma, ma per questo non c’era bisogno di aprire questo articolo, no?

1 Chi gioca e chi no: le scelte di Fonseca

Ci lanciamo anche noi in un’ipotesi di formazione che Fonseca schiererà alle 21 contro l’Istanbul Basaksehir, debutto stagionale in Europa League. Solito 4-2-3-1: in porta, confermato Pau Lopez; difesa con Florenzi a destra, Spinazzola a sinistra, Fazio e Juan Jesus centrali; in mediana Diawara e Veretout; dietro a Dzeko, Zaniolo a destra, Pellegrini al centro e Mkhitaryan a sinistra.

Per Gazzetta e Corriere dello Sport vedremo più novità: Spinazzola giocherebbe esterno d’attacco a sinistra con Kolarov terzino; Kluivert a destra e Zaniolo al centro.

Smalling invece non è stato convocato: ci riproverà contro il Bologna.

Ci aspettiamo quattro novità rispetto al Sassuolo: molti giocatori hanno bisogno di giocare per entrare in condizione, ma la partita è importante e l’allenatore potrebbe decidere di non fare troppi esperimenti. Ieri Fonseca ha detto: «Iniziamo questa competizione con grandi ambizioni». La Roma è tra le favorite e deve esserne consapevole.

La partita verrà trasmessa su Sky e in chiaro sul digitale terrestre su TV8.

Ah, la Roma giocherà con la terza maglia che, come sai, è bellissima.

Roma terza maglia blu

2 Conosciamo meglio i turchi

L’Istanbul Basaksehir è arrivato secondo nello scorso campionato turco e ha iniziato un nuovo percorso tecnico con Okan Buruk in panchina, ex centrocampista dell’Inter all’inizio degli anni Duemila. La squadra è stata eliminata dallo spareggio di Champions League ad agosto (dall’Olympiacos) e nella massima serie turca è partita con una vittoria, un pareggio e due sconfitte.

«Cercheremo di sfruttare le debolezze della Roma», ha detto ieri il tecnico in conferenza stampa. Potrebbe dire lo stesso Fonseca visto che, almeno a guardare un po’ di immagini del Basaksehir in questo avvio di stagione, soprattutto in difesa i turchi sembrano avere più di un problema a difendere la profondità e le transizioni. Per stasera sono sicuramente out Robinho (sì, proprio lui) e Inler.

I giocatori più pericolosi sono il bosniaco Visca, ala destra molto temibile, e gli attaccanti Enzo Crivelli (è francese) e Arda Turan, trequartista ex dell’Atletico Madrid e del Barcellona. Il giocatore più rappresentativo è Mehmet Topal, capitano della nazionale turca.

3 Le altre di Europa League

Nel gruppo della Roma, il Borussia Moenchengladbach riceverà i “lupi” austriaci del Wolfsberger.

La Lazio va in Romania, in casa del Cluj (ore 18.55) e ci sono tante altre partite molto interessanti che se ti capita puoi seguire. Allo stesso orario della Lazio giocheranno anche Eintracht Francoforte-Arsenal (rispettivamente semifinalista e finalista della passata edizione), Psv-Sporting Lisbona e Rennes-Celtic (stesso gruppo dei biancocelesti).

Alle 21, Rangers-Feyenoord e Porto-Young Boys sono gli altri incontri più intriganti oltre a quello della Roma, ovviamente.

4 Rimpianto Juve, disastro Atalanta

Ieri abbiamo visto la seconda serata di Champions League della settimana e per le altre italiane impegnate non è stato un debutto felicissimo. La Juventus è andata avanti di due gol in casa dell’Atletico Madrid (reti di Cuadrado e Matuidi) e sembrava avviata a un successo fondamentale contro l’altra grande rivale del suo girone. Gli spagnoli però hanno trovato la forza per rimontare grazie a Savic ed Herrera per un 2-2 tutto sommato giusto.

Per i bianconeri, passi in avanti rispetto alla prestazione opaca di Firenze, ma c’è qualche problema sulle palle inattive. In testa al gruppo intanto è salita la Lokomotiv Mosca, che ha battuto 2-1 in trasferta il Bayer Leverkusen.

Serataccia invece per l’Atalanta, che è stata travolta 4-0 sul campo della Dinamo Zagabria, la squadra che, sulla carta, sembrava la più abbordabile del girone nel quale ci sono anche Manchester City e Shakhtar Donetsk. Rete di Leovac e tripletta di Orsic. Eloquenti le parole di De Roon: «Ci hanno preso a schiaffi, non abbiamo giocato». Per Gasperini è stata una prima in Champions da incubo.

Gli highlights della partita della Juventus e dell’Atalanta.

È stata una notte da dimenticare anche per il Real Madrid, sempre più lontano dai fasti di Cristiano Ronaldo. La squadra di Zidane ha perso 3-0 a Parigi contro un Psg che non poteva schierare Neymar, Mbappé e Cavani. Di Maria scatenato: doppietta.

Ah, intanto la Gazzetta scrive che all’Inter c’è stata tensione tra Brozovic e Lukaku dopo il pareggio con lo Slavia Praga.

5 Novità positive sullo Stadio a Tor di Valle

Passi in avanti per lo Stadio della Roma a Tor di Valle, dopo una riunione tecnica tra Comune e Acea. Si cerca di accelerare i tempi e di arrivare all’ok definitivo entro fine mese. Se ne parla qui. Incrociamo le dita.