5 cose che un romanista deve sapere prima di iniziare la giornata – 25/09/2019

25/09/2019 di Rudi

La Roma torna in campo stasera, alle 19, e sarà una prova ancora più difficile di quella di Bologna: all’Olimpico arriva l’Atalanta. Se non riesci a venire allo stadio, puoi vederla in diretta su Sky.

1 – Le probabili formazioni di Roma-Atalanta

Fonseca in conferenza stampa ha dato più di un indizio sulla formazione. Ha detto, per esempio, che Smalling può finalmente debuttare con la maglia giallorossa, che non può fare riposare Kolarov e Dzeko, e che Cristante è fondamentale.

Qui c’è il video integrale della conferenza stampa di Fonseca, se te la sei persa.

La conferenza stampa integrale di Paulo Fonseca prima di Roma-Atalanta

Queste sono le probabili formazioni di stasera. Nella Roma dovrebbero esserci Pau Lopez in porta; difesa a quattro con Spinazzola (o Florenzi), Fazio, Smalling e Kolarov; Cristante e Veretout; Zaniolo, Pellegrini e Mkhitaryan dietro a Dzeko.

Secondo alcuni quotidiani, tra cui il Corriere dello Sport, Fonseca potrebbe schierare la difesa a tre già in partenza con Smalling, Fazio e Juan Jesus. A quel punto, nel centrocampo a quattro ai lati andrebbero Spinazzola a destra, Kolarov a sinistra, Veretout e Cristante al centro. In attacco, Zaniolo e Pellegrini dietro alle spalle di Dzeko.

Nell’Atalanta non ci sarà Muriel, fermato da una tonsillite. Gasperini dovrebbe schierare Gollini in porta, Toloi, Djimsiti e Palomino in difesa; Hateboer, De Roon, Malinovskyi e Castagne a centrocampo; Gomez dietro a Ilicic e Zapata.

L’arbitro della partita sarà Irrati, il Var Banti.

2 – Due cose sulla pericolosità dell’Atalanta

L’Atalanta di queste prime uscite stagionali ha subito qualche gol di troppo (12 in 5 partite ufficiali), ma resta estremamente pericolosa davanti. Va detto che è stata punita in maniera eccessiva rispetto alle occasioni realmente concesse: ha subito 8 gol in campionato a fronte di soli 3,6 expected Goals concessi e solo 0,086 xG per tiro degli avversari contro lo 0,14 della squadra di Fonseca. La squadra di Gasperini è quella che ha tirato più volte in Serie A (83 conclusioni contro le 66 della Roma) ed è in testa anche negli uno contro uno e dribbling (153 contro i 117 dei romanisti). È una squadra che continua a fare dell’alta intensità il suo marchio di fabbrica e per noi domani sarà durissima.

Le partite recenti contro i nerazzurri non evocano ricordi piacevoli. La Roma non batte l’Atalanta in casa dalla stagione 2013-14. Lo scorso anno, finì 3-3 sia all’andata sia al ritorno, ma la sfida giocata a Bergamo fu allucinante. Avanti di tre gol, la Roma si fece riprendere e rischiò addirittura di perdere. La spinta sulle fasce di Hateboer e Castagne mandò in tilt il sistema difensivo di quella squadra: speriamo che i ragazzi non lo abbiano dimenticato.

Tre aspetti che Roma-Atalanta dovrà chiarirci definitivamente

3 – Riunione importante sullo Stadio della Roma

Prima di Roma-Atalanta, la società giocherà un’altra partita importante in Campidoglio. È in agenda alle 17.30 un vertice tra i proponenti del progetto dello stadio di Tor di Valle e l’amministrazione comunale per arrivare alla firma della variante e della convenzione urbanistica, gli ultimi passi necessari per chiudere questo lunghissimo iter (sono quasi 2.800 giorni che la Roma aspetta di costruire il suo stadio dalla presentazione del progetto).

Secondo la Gazzetta dello Sport, “il vero nodo da risolvere è quello della contestualità fra l’apertura dell’impianto e la conclusione delle opere di mobilità pubblica. È su questo aspetto che la Roma e il Comune si sono incagliati da un po’ di tempo”.

Siamo entrati nell’ultimo chilometro di questo estenuante viaggio.

4 – Cos’è successo nei due anticipi, le altre di A

Nei due anticipi di ieri, pareggio 0-0 tra Hellas Verona e Udinese, e vittoria in rimonta della Juventus a Brescia in una partita giocata su ritmi altissimi: 2-1. Ancora una volta, la squadra di Sarri ha sofferto, ma è riuscita a portare a casa i tre punti sfruttando un autogol di Chancellor e un gran destro di Pjanic.

Abbiamo visto i bianconeri schierati con il trequartista, Ramsey, alle spalle di Dybala e Higuain, e Sarri si è detto soddisfatto. Non c’era Cristiano Ronaldo, a casa per un affaticamento muscolare, mentre nel Brescia Balotelli è rimasto in campo per novanta minuti.

Stasera, oltre alla partita della Roma, vedremo altri sei incontri, tutti alle 21:

Inter-Lazio
Fiorentina-Sampdoria
Spal-Lecce
Genoa-Bologna
Napoli-Cagliari
Parma-Sassuolo.

5 – Tutti con Bouah

Bel gesto della Roma nei confronti di Devid Bouah, il terzino diciottenne della Primavera che si è infortunato gravemente al ginocchio sinistro a un anno di distanza da un primo infortunio all’altro ginocchio.

La società gli ha manifestato vicinanza e fiducia proponendogli un rinnovo di cinque anni di contratto: ieri è arrivata la firma. «È una bellissima notizia, la Roma mi ha dato tanta fiducia in un momento buio», ha detto il terzino destro. «Sono molto contento che il club creda in me e di aver rinnovato il contratto».