5 Inter-Roma recenti che ci hanno insegnato qualcosa

04/12/2019 di Rudi

San Siro per la Roma storicamente non è mai stato un campo facile. Non farti influenzare da alcuni risultati recenti. Prima di collezionare le belle vittorie dell’era Spalletti o Rudi Garcia abbiamo sofferto tanto e subito molto in quello stadio. Pensa solamente che l’ultima vittoria prima di quella del famoso cucchiaio di Totti è datata 11 settembre 1994. Sì, proprio quella dell’autogol di Festa.

Ultimamente le cose sono cambiate: contro l’Inter abbiamo giocato grandi partite, vissuto serate magiche, siamo usciti sconfitti immeritatamente, mentre altre volte abbiamo palesato i limiti di una squadra non ancora all’altezza di poter vincere qualcosa. Abbiamo scelto alcuni Inter-Roma recenti che in qualche maniera possono aiutarci a preparare la sfida di venerdì. Sei pronto a questa carrellata?

26 ottobre 2005 – Inter-Roma 2-3 (12′ Montella, 30′ Totti, 47′ Totti rig., 67′ Adriano, 77′ Adriano)

La prima Roma di Spalletti comincia a prendere forma nella stagione 2005-2006. L’Inter di Mancini in casa è un rullo compressore mentre la Roma non segna in trasferta da tre giornate. Ma qualcosa è cambiato nella testa dei giocatori. Apre la marcature Montella, servito divinamente da Taddei e va in vantaggio addirittura di 3 reti all’inizio della ripresa, con una doppietta di Totti. Il capitano alla mezz’ora si inventa un gol capolavoro dribblando mezza squadra avversaria, poi fissa il risultato all’inizio della ripresa sullo 0-3 trasformando un rigore. L’Inter però viene fuori alla distanza: prima Adriano segna con una magistrale punizione ritrovando il gol dopo diverso tempo, poi lo stesso brasiliano trova la doppietta a causa di un erroraccio di Doni che perde il pallone dopo un’uscita. Il finale è durissimo, con l’Inter a spingere e la Roma a soffrire. Durante il recupero Totti viene espulso per un battibecco con Veron sotto gli occhi di Rosetti. La Roma sta diventando grande.

INSEGNAMENTO: fare attenzione a chi non segna da tanto tempo.

26 agosto 2006 – Inter-Roma 4-3 (13′ Mancini, 25′ Aquilani, 34′ Aquilani, 44′ Vieira, 65′ Crespo, 74′ Vieira, 90′ Figo)

Nella finale unica di Supercoppa stavolta la Roma la combina grossa. Come nella precedente trasferta va in vantaggio di tre gol dopo poco più di mezz’ora e un primo tempo straordinario con Alberto Aquilani salito in cattedra e autore di una doppietta, ma prende una rete prima dell’intervallo che ne mina le certezze. Nella ripresa un tracollo psicofisico e un Figo show portano la squadra all’incredibile sconfitta per 4-3 con il gol decisivo del portoghese nei tempi supplementari. La Supercoppa è nerazzurra.

INSEGNAMENTO: mai fidarsi di chi se l’era legata al dito.

19 agosto 2007 – Inter-Roma 0-1 (78′ De Rossi rig.)

La Roma gioca a San Siro la finale di Supercoppa per il secondo anno consecutivo, stavolta come detentrice della Coppa Italia vinta ancora contro l’Inter. La distanza tra le due squadre a livello tecnico e qualitativo è sempre più ridotta. La Roma, seguita in massa dai tifosi giallorossi e alla prima uscita ufficiale stagionale, ci tiene a iniziare col piede giusto. La partita è combattuta con occasioni da una parte e dall’altra. E’ De Rossi a meno di un quarto d’ora dal termine a trasformare il rigore decisivo, guadagnato da Totti, e a far esplodere il settore romanista. Un’altra coppa vinta a Milano.

INSEGNAMENTO: se insisti e resisti, raggiungi e conquisti (cit).

27 febbraio 2008 Inter-Roma 1-1 (38′ Totti, 88′ Zanetti)

Nove punti separano la Roma dall’Inter capolista. Una vittoria vorrebbe dire la riapertura dei giochi. Totti regala il vantaggio anticipando l’avversario diretto di sinistro sul primo palo sul cross di Tonetto e la Roma riesce a contenere il ritorno nerazzurro. Nella ripresa l’Inter cala vistosamente tanto che la squadra allenata da Spalletti colleziona diverse occasioni senza però trovare il raddoppio. All’improvviso l’episodio che cambia il match: Mexes prende il secondo giallo per un intervento su Crespo che accentua la caduta. La prima sanzione per il francese era arrivata perché nel rientrare in campo, dopo un intervento dei sanitari, aveva “tagliato” la strada passando davanti e non dietro la bandierina del corner. Nel forcing finale Zanetti dal limite trova il gol del pareggio. Addio sogni di gloria.

INSEGNAMENTO: le partite vanno chiuse quando ne hai l’occasione.

5 ottobre 2013 – Inter-Roma 0-3 (18′ Totti, 40′ Totti rig., 44′ Florenzi)

La prima Roma di Rudi Garcia, quella delle 10 vittorie consecutive, dà spettacolo a San Siro dove battendo l’Inter conquista la settima sinfonia. Totti è in stato di grazia, segna due reti, poi da un suo tocco magico fa partire una straordinaria azione di rimessa che Florenzi trasforma in rete. L’Inter è frastornata dalla padronanza del campo romanista, la squadra non sbaglia una giocata e rimane in pieno controllo della gara. Una squadra convinta dei propri mezzi.

INSEGNAMENTO: quando si è in fiducia bisogna farlo vedere all’avversario.

 

Venerdì sera speriamo di poter aggiungere un nuovo insegnamento. Forza ragazzi!