Alla Roma potrebbero bastare anche tre punti in Europa League

08/11/2019 di Rudi

La sconfitta di ieri sera rischia di costare il primo posto nel girone, ma la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League è ancora nelle mani della Roma. Ora la squadra di Fonseca è terza con cinque punti, gli stessi del Borussia Mönchengladbach, ma è penalizzata dagli scontri diretti (quattro punti a uno per i tedeschi) e in caso di arrivo in parità resterebbe dietro: questa è l’ennesima dimostrazione di quanto pesi l’errore dell’arbitro Collum all’andata.

In testa al gruppo J adesso ci sono i turchi dell’Istanbul Basaksehir, proprio quella squadra che la Roma aveva battuto 4-0 in casa alla prima giornata.

La classifica del girone J: Basaksehir 7, Borussia e Roma 5, Wolfsberger 4.

Il calendario:
28 novembre (ore 18.55)
Istanbul Basaksehir-Roma
Wolfsberger-Mönchengladbach

12 dicembre (ore 21)
Roma-Wolfsberger
Mönchengladbach-Basaksehir

Cosa serve alla Roma per passare il turno?

Con due vittorie su due la Roma non solo sarebbe sicura della qualificazione, ma conserverebbe qualche chance di primo posto nel girone: dovrebbe sperare in almeno un pareggio del Borussia contro Wolfsberger o Basaksehir.

E se la Roma ottenesse quattro punti?

Con quattro punti la Roma sarebbe comunque almeno sicura della qualificazione. Se, per esempio, la squadra di Fonseca pareggiasse in Turchia e i tedeschi vincessero in Austria alla prossima giornata, nell’ultimo turno alla squadra di Fonseca basterebbe battere il Wolfsberger con qualsiasi risultato per passare come seconda. Per passare come prima del girone anche con quattro punti (9 complessivi) la Roma deve sperare che il Borussia non vinca nessuna delle due partite che restano.

E con tre punti?

La partita in Turchia è fondamentale perché vincendola la Roma potrebbe garantirsi la qualificazione addirittura perdendo l’ultima partita in casa contro il Wolfsberger. Servirebbero però alcuni risultati favorevoli, per esempio almeno un pari tra gli austriaci e il Borussia.

Se per esempio la Roma vincesse a Istanbul e il Borussia in Austria, questa sarebbe la nuova situazione del girone:
Borussia e Roma 8, Istanbul 7, Wolfsberger 4.

In caso di sconfitta all’Olimpico, la Roma sarebbe comunque seconda se i turchi non riuscissero a battere il Mönchengladbach: a pari punti, la squadra di Fonseca sarebbe in vantaggio sul Basaksehir.

Cosa succede quando due o più squadre arrivano a pari punti?

Secondo il regolamento dell’Europa League, questi sono i primi criteri per stabilire il piazzamento in classifica delle squadre che arrivano a pari merito:

1 – più alto numero di punti ottenuti nelle partite del gruppo giocate tra le squadre in questione;
2 – migliore differenza reti nelle partite giocate tra le squadre in questione;
3 – più alto numero di gol segnati nelle partite tra le squadre in questione;
4 – più alto numero di gol segnati in trasferta nelle gare tra le squadre in questione.