Come funziona l’Europa Conference League: la Roma nelle coppe

25/09/2019 di Patrizio Cacciari

Avrai già letto che la UEFA stava pensando di introdurre una terza competizione per i club a partire dalla stagione 2021-2022. Bene, adesso è ufficiale: non ci saranno più solo la Champions League e l’Europa League a vedere di fronte le migliori squadre dei diversi campionati nazionali. Tra due stagioni partirà la prima edizione dell’Europa Conference League. Per quanto riguarda la Serie A, sarà la settima classificata a prendervi parte nella stagione successiva.

 

La formula della nuova competizione

La struttura del nuovo torneo sarà simile alle due coppe esistenti: ci sarà una fase finale con 32 squadre suddivise in otto gruppi da quattro. Poi ci saranno gli ottavi di finale, i quarti, le semifinali e la finale. Prima però degli ottavi si disputerà una fase eliminatoria tra le seconde classificate di ciascun girone dell’ECL con le terze classificate dei gruppi dell’EL. In tutto saranno disputate 141 partite. La squadra che si aggiudicherà l’Europa Conference League, nella stagione successiva parteciperà all’Europa League.

Quando si gioca

Le partite dell’Europa Conference League si giocheranno il giovedì. Cambierà quindi la fascia oraria di alcune partite di Europa League, che potranno essere anticipate addirittura alle 16.30 del giovedì stesso.

 

I migliori risultati ottenuti dalla Roma nelle coppe

 

Le competizioni europee dunque torneranno a essere tre, proprio come ai tempi della Coppa dei Campioni, Coppa Uefa, Coppa delle Coppe. La Roma, pur alzando un solo trofeo internazionale nella sua storia, ha un importante trascorso in tutte le competizioni, avendo raggiunto per ben due volte una finale. Ma andiamo con ordine partendo proprio dalla Coppa delle Fiere, vinta nel 1961 (nella foto in alto puoi vedere capitan Giacomino Losi premiato dal Presidente della Fifa Stanley Rous). Per anni si è discusso del valore di questa Coppa, non riconosciuta ufficialmente dalla Uefa, ma semplicemente perché si trattava di un trofeo organizzato dalla Fifa. Lo spiega bene in questo interessante articolo sulle competizione scomparse il sito Io gioco pulito. Questo passaggio del pezzo è fondamentale per quanto riguarda la Roma: «Discorso simile ma ancora più complesso per la Coppa delle Fiere, trofeo da sempre considerato come l’antesignano della Coppa Uefa e vinto in Italia solo dalla Roma che nel 1964 rinunciò persino alla partecipazione in Coppa delle Coppe pur di non perdere l’occasione di bissare il successo del 1961. L’ambito torneo era organizzato da un comitato interno alla Fifa e vedeva Ernst Thommen al comando, per questo la Uefa ha sempre negato il riconoscimento alla competizione nonostante le pressioni del Barcellona che da sempre lotta affinché la ‘Fairs Cup’ compaia nelle bacheche di Nyon. La Fifa dal canto suo ha sempre riconosciuto il torneo come ufficiale (fu il Presidente Stanley Rous a premiare il capitano giallorosso Giacomo Losi) e lo stesso hanno fatto le Federazioni nazionali. Effettivamente la Coppa Uefa fino al 1979, anno dell’introduzione del coefficiente, ha presentato lo stesso regolamento della Coppa delle Fiere, compresa la tanto discussa formula ad invito».

Per quanto riguarda invece la Coppa dei Campioni e la Coppa Uefa non staremo qui a ricordarti troppo le finali raggiunte e purtroppo perse contro il Liverpool a Roma nel 1984 e contro l’Inter nella doppia finale di Milano (2-0) e Roma (1-0) nel 1991.

 

Mancò solo la fortuna

 

In Coppa delle Coppe il miglior risultato raggiunto dalla Roma è stata la semifinale del 1970 ma anche qui siamo stati protagonisti di uno sfortunato episodio. Dopo aver pareggiato la doppia sfida (1-1 all’Olimpico e 2-2 fuori casa, ma non c’era ancora la regola del gol che vale doppio) la Roma giocò una terza partita spareggio contro i polacchi del Gornik sul campo neutro di Strasburgo. Al termine del 120 minuti sarà ancora una volta pareggio, 1-1. Fu solo il sorteggio con la monetina a farci fuori dalla finale. In Champions League invece ti ricorderai bene che il miglior risultato ottenuto finora è la semifinale del 2018 giocata contro il Liverpool dopo la straordinaria impresa contro il Barcellona nei quarti, mentre speriamo che in Europa League il miglior risultato debba ancora arrivare.