Fonseca salta la Sampdoria, ma ci sarà con il Milan

17/10/2019 di Rudi

La Corte Sportiva d’Appello ha ridotto da due a una giornata la squalifica inflitta a Paulo Fonseca dopo Roma-Cagliari: l’allenatore salterà Sampdoria-Roma di domenica, ma sarà regolarmente in panchina il 27 ottobre all’Olimpico contro il Milan. Qui c’è il comunicato della Figc.

La decisione è arrivata dopo l’audizione delle 13 negli uffici di via Veneto: al suo fianco di Fonseca c’erano i rappresentanti della società e l’avvocato Antonio Conte. La Corte ha parzialmente accolto il reclamo della Roma.

La squalifica e il caso Mazzarri

Fonseca era stato espulso (con doppio cartellino giallo) dopo il fischio finale di Roma-Cagliari, quando aveva protestato con la terna arbitrale posizionata al centro del campo. L’allenatore della Roma non aveva insultato l’arbitro Massa e i suoi collaboratori, ma successivamente il suo comportamento è stato giudicato “irrispettoso” del direttore di gara e dei suoi collaboratori.

Fonseca è stato squalificato per proteste e “per essersi, dopo la notifica del provvedimento di espulsione, avvicinato all’arbitro con fare minaccioso e aggressivo, urlando diverse volte una frase irrispettosa”, c’è scritto nel comunicato del giudice sportivo.

Va ricordato che l’allenatore ha subito riconosciuto i propri errori e si è scusato pubblicamente per il suo comportamento.

Gli episodi di Roma-Cagliari: tutte le moviole

La Roma ha cercato di sfruttare una sorta di vuoto normativo che si è creato dopo l’introduzione nel regolamento (da questa estate) dei cartellini anche per gli allenatori perché tra il vecchio e il nuovo codice non è stato modificato l’articolo 9 comma 7 del Codice di giustizia sportiva, che stabilisce che solo al calciatore espulso venga applicata automaticamente la sanzione minima di una partita di stop.

Il Torino ci è riuscito con la squalifica a Mazzarri alla sesta giornata: l’allenatore era stato fermato per un turno per doppio cartellino giallo, prima per proteste poi per comportamento non regolamentare. Ma la Corte Sportiva d’Appello ha revocato la squalifica perché ritiene che un allenatore espulso non deve essere necessariamente fermato per la partita seguente. Una decisione confermata anche dalla Corte Federale d’Appello, che ha giudicato inammissibile il reclamo presentato dal presidente della Figc Gravina, preoccupato dalle conseguenze che questo precedente può avere.

Nel merito, però, e questo è quello che è cambiato dal “caso Mazzarri”, la Corte Federale ha giudicato condivisibile il principio secondo il quale l’allenatore espulso debba essere sempre squalificato. E questo alla vigilia aveva ridotto le speranze della Roma di vedere cancellata la squalifica.

Rispetto al caso di Fonseca poi c’erano altre due differenze. La prima è che la squalifica del romanista rispetto a quella di Mazzarri era più pesante (due giornate anziché una). La seconda è che, visti gli sviluppi del caso legato all’allenatore del Toro, nel comunicato con il quale ha comunicato la sanzione per l’allenatore giallorosso il giudice sportivo aveva espressamente richiamato gli articoli 62 punto 3 e 71 punto 1 del Codice Disciplinare FIFA in vigore dal 15 luglio 2019, ritenuto “direttamente vincolante anche per le competizioni nazionali”.

È pronto Nuno Campos

Nuno Campos è il vice di Fonseca e sarà in panchina contro la Sampdoria. Nuno è il collaboratore più longevo e fidato di Fonseca: lo segue dal 2005, dai tempi dell’Estrela Amadora, e ha condiviso con lui il percorso che ha portato l’allenatore dal Portogallo all’Ucraina e ora in Italia.