Cose che non avresti mai immaginato su Nzonzi

06/12/2018 di Patrizio Cacciari

Nella partita contro il Real Madrid Steven Nzonzi è stato sostituito al 64′. Mister Di Francesco al suo posto ha mandato in campo il giovane Ante Coric. Durante il tragitto verso la panchina, al momento della sostituzione, il francese è stato sommerso dai fischi. Molti romanisti, evidentemente, non avevano reputato sufficiente la sua prestazione.

Nzonzi era alla sua dodicesima partita consecutiva da titolare tra campionato e coppe in soli due mesi. Domenica scorsa contro l’Inter è arrivato alla tredicesima. Steven era partito titolare anche nella gara della Francia contro l’Olanda del 16 novembre, dove è rimasto in campo per 81 minuti.

Forse a questa cosa non ci non avevi pensato. Attualmente Nzonzi è il centrocampista ad aver accumulato più minuti giocati in campionato, ben 1.099, secondo i dati della Lega.

In realtà, dopo Olsen, è il giocatore della Roma più impiegato in Serie A da Di Francesco. Non lo avresti mai detto, ma è suo anche il primato di passaggi realizzati (756) e di chilometri percorsi in campo (11,345 in media).

Statistiche Nzonzi distribuzione

Nzonzi è stato un affare per la Roma?

Nzonzi è stato acquistato dalla Roma per 26,65 milioni più quattro di bonus. Una cifra importante. Ma stiamo parlando di un campione del mondo. Se escludiamo Totti, De Rossi e Perrotta, l’ultimo che abbiamo visto con la maglia della Roma addosso è stato Cafu (2002), andato via nel 2003.

Ricapitolando, la Roma ha comprato un campione del mondo per circa 30 milioni e al momento lo ha impiegato in 12 partite su 14 in campionato con i risultati che abbiamo visto prima.

Sono cifre interessanti, eppure sono sicuro che il rendimento di Nzonzi ancora non ti convince. Per questo sono andato a vedermi altri numeri. Prendiamo i suoi due compagni di reparto, con cui finora si è interscambiato nel ruolo di mediano davanti la difesa nel 4-2-3-1, De Rossi e Cristante, e proviamo a fare un paragone.

Paragoni scomodi tra presente e passato

Se paragoniamo le abilità di contrasto tra Nzonzi e De Rossi il primo dato che balza agli occhi è la fisicità del francese nei duelli, vinti al 60,7%. Il dato sale addirittura al 66,7% per quanto riguarda quelli aerei. De Rossi non va oltre il 48,6% nel primo caso e nel 45,5% nel secondo. Daniele però è leggeremente più forte nei contrasti, 75% di successo contro il 70% di Nzonzi. Rispetto a Cristante, che nella fase difensiva deve ancora crescere, il francese ha più successo nei passaggi, 87,7% contro l’80,5%, e nei lanci, 73,1% contro il 68%, e ha creato 11 occasioni contro le 7 di Cristante.

Statistiche difesa Nzonzi

Facendo dunque una sintesi sul rendimento di Nzonzi in questa prima fase della stagione, si può dire che il francese al momento sia in linea con le prestazioni dei suoi compagni di centrocampo, senza però aver apportato un valore aggiunto. Che era un po’ quello che tutti si aspettavano da un campione del mondo.

Statistiche attacco Nzonzi

Nzonzi non è uomo da giocata spettacolare, il suo passo non è dinamico, a volte sembra lento nelle decisioni da prendere. Agli occhi di molti romanisti pesano alcuni errori grossolani come quello di San Siro che è costato la sconfitta alla Roma.

I fischi di Roma-Real sono dunque giustificati? Forse sono stati eccessivi se manteniamo una visione di insieme sul giocatore. Da un calciatore del genere tutti si aspettano un po’ di più, non un guizzo alla Nainggolan, o un contrasto alla Strootman, ma le scelte di un campione di personalità, capace di prendere per mano i compagni trasmettendogli fiducia, virtù di chi ha classe ed esperienza.


Vuoi ricevere Rudi? Compila il form e iscriviti alla newsletter dei romanisti. Parola nostra: niente spam, solo informazioni utili.
IMPORTANTE: se dopo l’iscrizione non riesci a vedere le nostre email, controlla le sezioni “Promozioni” o “Spam” del tuo servizio di posta; potrebbero essere finite lì.

Iscriviti

Se non ti piace, puoi cancellare l’iscrizione in qualsiasi momento. Ti basta scegliere l’opzione “cancella l’iscrizione” che trovi nella parte inferiore di ogni email che ti manderemo.