Kluivert ha detto che ha vinto un lecca-lecca

28/11/2019 di Rudi

È sorridente Justin Kluivert quando si presenta davanti alle telecamere di Roma TV e di Sky Sport per commentare la vittoria della Roma contro l’Istanbul Basaksehir e il suo quarto gol stagionale. Ma è soddisfatto anche per un altro motivo e racconta un retroscena divertente: «Avevo detto a mia madre che se avessi fatto gol glielo avrei dedicato e lei mi ha risposto “se fai gol ti regalo un lecca-lecca” perché a mio fratello gli regala sempre lecca-lecca e adesso lo voglio anche io». Poi ha aggiunto: «Sono contento per questi quattro gol, ma voglio segnare di più». Speriamo che la madre possa regalargliene molti altri presto, insomma.

Kluivert dà tanto in fase difensiva, lavora per la squadra, e stasera è stato anche decisivo con un gol. È questo l’atteggiamento giusto per Paulo Fonseca: «Kluivert è in un buon momento – ha detto l’allenatore portoghese – è cresciuto molto nella fase difensiva. Lavora molto per la squadra e ha più libertà di movimento per attaccare. È vero che quando attacchiamo Veretout procura spazio a Kluivert e lui deve andare più dentro nello spazio. Kluivert ha fatto una buona partita».

Oltre al lavoro di Kluivert, anche quello di Dzeko è prezioso: «Lavora tanto per la squadra. Sono contento che in queste ultime due partite ha segnato», ha aggiunto Fonseca, che ha anche rassicurato tutti sulle condizioni di Lorenzo Pellegrini, colpito alla testa da un oggetto lanciato dalle tribune: «Sta bene, non ha problemi».

Poi ha concluso: «Abbiamo gestito bene la partita, ma per me la cosa più importante è l’atteggiamento della squadra. Abbiamo fatto una partita di grande coraggio e ambizione, siamo stati aggressivi». Le dichiarazioni integrali del mister sono qui.

Infine Edin Dzeko, uno dei migliori: «Ci alleniamo molto con il mister in fase offensiva, lui vuole sempre che giri la palla come abbiamo fatto nel primo tempo. Nonostante i nuovi si vede la mano del mister con una squadra che gioca sempre il pallone ed è importante visto che si gioca ogni tre giorni. Se è stata una prova di maturità? Abbiamo dato una bella risposta». Con Pellegrini c’è un’intesa speciale: «Sì certo –  ha concluso -. Ieri gli ho detto di fare qualche altro assist, gli ho detto “in Serie A nei hai fatti 5, in Europa League devi farne di più” e oggi ha fatto due assist. Anche altri giocatori come Pastore o Mkhitaryan sono molto tecnici e possono fare la differenza. Abbiamo giocatori molto tecnici ed è importante perché quando uno non è pronto l’altro gioca».