La maschera di Dzeko, Ranieri, Calafiori e altre cose interessanti

11/10/2019 di Rudi

claudio ranieri

Si avvicina il weekend, ma noi non smettiamo mai di pensare alla Roma. Anche tu, vero?

1 – Perotti, rientro più vicino. E Dzeko…

Buone notizie da Trigoria. Ieri Diego Perotti si è allenato in parte con il resto del gruppo, segno che la lesione al retto femorale sinistro che lo tiene fuori dall’inizio della stagione è quasi superata. Vedremo se Diego sarà convocabile per la Sampdoria (20 ottobre), ma il rientro è ormai vicino.

Per il Corriere dello Sport, Dzeko tornerà presto in campo con una maschera in carbonio per proteggere il volto dopo l’operazione allo zigomo: proverà a farcela per la Samp, ma è più probabile un suo ritorno contro il Milan. Per la Samp, difficile la presenza di Mkhitaryan, assicura Il Tempo.

La situazione complessiva di tutti gli infortunati, con i tempi di recupero, la trovi come al solito nella pagina dedicata sul nostro sito.

2 – Come difende la Roma?

Ci siamo soffermati sulle prestazioni difensive della Roma, paragonandole anche a quelle delle prime giornate della scorsa stagione. Se lo hai perso, trovi qui il nostro approfondimento.

Non è ancora una difesa impenetrabile, ma Fonseca ci sta lavorando

Ah, abbiamo analizzato la prestazione della Roma anche da un punto di vista atletico. C’è tutto qui.

(ok, lo hai capito, non vogliamo proprio farti uscire dal sito)

Come e quanto corre la Roma di Fonseca?

3 – Ritroviamo Ranieri…

Alla ripresa potremmo ritrovare Claudio Ranieri da avversario. Il nostro ex mister è infatti molto vicino alla Sampdoria e, per uno strano scherzo del destino, sta per sostituire ancora una volta Eusebio Di Francesco. La speranza è che Claudio cominci a far vedere le sue formidabili doti di “aggiustatore” dalla sua seconda partita alla Samp.

4 – Hai capito Calafiori…

Riccardo Calafiori, uno dei ragazzi più talentuosi della nostra Primavera, si è tolto una bella soddisfazione: è stato inserito dall’autorevole quotidiano britannico The Guardian nella lista dei 60 ragazzi del 2002 più promettenti al mondo. Solo altri due italiani sono presenti, oltre al difensore romanista: si tratta di Sebastiano Esposito, attaccante dell’Inter, e di Manuel Gasparini, portiere dell’Udinese. Questo è un riconoscimento che premia anche gli sforzi di un ragazzo che un anno fa subì un gravissimo infortunio al ginocchio. Oggi Calafiori ha superato i giorni più duri ed è tornato a brillare con la squadra di Alberto De Rossi e con le nazionali giovanili.

5 – Belgio a fatica, vittoria fondamentale per l’Olanda

Serata frizzantina per quanto riguarda la nazionali. Il Belgio ha sofferto contro San Marino: 9-0! La nazionale di Lukaku è la prima qualificata a Euro 2020, aspettando sabato l’Italia di Mancini che con tre punti contro la Grecia può fare festa. Successo importante per l’Olanda contro l’Irlanda del Nord, nel Gruppo C: a Rotterdam, gli olandesi vanno sotto al 75′, ma trovano la forza per segnare tre gol nei minuti finali grazie a Depay (doppietta e il primo è bellissimo, di punta) e de Jong. Ora Olanda, Germania e Irlanda sono in testa al gruppo con 12 punti, ma olandesi e tedeschi hanno una partita in meno.

Qualificazione praticamente raggiunta per la Russia (4-0 alla Scozia) e per la Polonia (3-0 alla Lettonia); successi molto pesanti per la Macedonia (2-1 alla Slovenia con doppietta del “napoletano” Elmas) e per l’Austria (3-1 a Israele). Stasera, alle 20.45, altri incontri. La Francia deve cercare di non perdere in casa dell’Islanda per non complicarsi la vita mentre l’Inghilterra può chiudere il discorso qualificazione battendo la Repubblica Ceca in trasferta.

Il programma completo è qui.

Ah, ieri sera ha giocato anche Kolarov in Serbia-Paraguay, partita amichevole: il romanista è rimasto in campo una sessantina di minuti come difensore centrale.