Tutto quello che c’è da sapere sulla Roma in vista di Parma

09/11/2019 di Rudi

La Roma è già a Parma da un po’ perché dopo la partita di Europa League in Germania è volata direttamente in Emilia senza passare per Trigoria. Spinazzola, che non era stato convocato per il Borussia, ha raggiunto i compagni e domani sarà di nuovo a disposizione di Fonseca, i problemi di affaticamento sono superati.

Il mister oggi ha tenuto la consueta conferenza stampa prepartita, ma lo ha fatto dall’hotel dove alloggia la squadra. Nonostante i numerosi impegni ravvicinati, ha detto che non cambierà molto: «E’ vero che abbiamo giocato molte partite in questi giorni, ma non cambierò molto per la partita con il Parma. Dobbiamo capire che quando la squadra sta bene non abbiamo bisogno di cambiare molto».

Per quanto riguarda la formazione è probabile che rivedremo l’ossatura della squadra vista in Germania, con un solo cambiamento, dal momento che Cetin dovrà scontare il turno di squalifica, quello di Spinazzola al posto di Santon.

La Roma dunque dovrebbe giocare così (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Smalling, Fazio, Kolarov; Mancini, Veretout, Zaniolo, Pastore, Kluivert; Dzeko. Florenzi e Diawara dovrebbero partire dalla panchina, Fonseca ha parlato di entrambi. Mancini giocherà ancora davanti la difesa perché Amadou, nonostante il buon impatto di giovedì sera, non ha ancora i 90 minuti nelle gambe. Discorso diverso per Florenzi, destinato alla sesta panchina consecutiva, anche se è arrivata la chiamata in Nazionale: «Lui ha sempre possibilità di giocare – ha detto Fonseca –  Lavora sempre bene, è sempre pronto per aiutare la squadra. Per me è importante, sentire che è sempre pronto per la squadra. Sta lavorando bene ed è sempre un’opzione».

Qualche numero utile per leggere la sfida

Sono 50 i precedenti in Serie A tra Roma e Parma si sono affrontate 50 volte in Serie A: siamo avanti nel bilancio con 31 vittorie e 9 sconfitte. I pareggi sono stati dieci. Siamo la squadra aver battuto più volte il Parma in Serie A. Qui trovi il racconto di alcune partite insolite giocate al Tardini a cui abbiamo voluto bene. Al Tardini – dato importante –  la Roma ha vinto otto delle ultime 10 trasferte.

COME STA IL PARMA?

Il Parma ha vinto tre delle ultime quattro partite casalinghe in Serie A, segnando 16 gol nelle prime 11 giornate, ma è reduce da tre partite senza vittoria. Contro la Roma potrebbe schierare la stessa formazione vista nel pareggio contro la Fiorentina, con un’unica eccezione. A centrocampo infatti al posto di Hernani, potrebbe trovare spazio Barillà. Confermato invece l’attacco formato da Kulusevski, Karamoh e dall’ex della partita Gervinho. Ecco il probabile schieramento Parma: (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Pezzella; Kucka, Scozzarella, Barillà; Kulusevski, Gervinho, Karamoh.

D’Aversa recupera anche in extremis Bruno Alves, che torna a disposizione solamente per la panchina. Aggregato al gruppo il francese Laurini, che però non è ancora pronto per giocare. Sono invece pronti Cornelius e Gagliolo. Chiamata anche per i due baby Camara e Adorante.

 

CHI E’ L’ARBITRO?

Parma-Roma è stata affidata a Michael Fabbri, che sarà coadiuvato dai guardalinee Tolfo e Di Vuolo e dal quarto uomo Ghersini. Al Var ci sarà Banti, mentre Alassio sarà l’Avar. In tutto, sono sei i precedenti con l’arbitro di Ravenna, con uno score che parla di tre vittorie, un pareggio e due sconfitte. L’ultimo incrocio risale al 24 novembre del 2018 ed è il ko in casa dell’Udinese per 1-0, all’esordio di Nicola sulla panchina friulana. I precedenti con il Parma sono invece quattro e il bilancio degli emiliani recita due vittorie, un pareggio e una sconfitta.

DOVE VEDERLA IN TV

Infine, ricordati che la partita inizierà alle ore 18 e sarà trasmessa in diretta tv su Sky Sport Serie A (202) e su Sky Sport HD (251) e in streaming su Sky Go. I tifosi della Roma presenti saranno circa 4 mila.