Una storia d’amore romanista: da Pechino a Roma per De Rossi

29/05/2019 di Rudi

Forse non ci rendiamo conto dell’amore per la Roma che c’è lontano dall’Italia. Qualche settimana fa, Francesco Canale ci ha raccontato le testimonianze di tifosi in Spagna e in Sud America.

Stavolta ci ha colpito la storia di Yi Liu, grande romanista dalla Cina. Subito dopo avere  saputo che Roma-Parma sarebbe stata l’ultima partita di Daniele De Rossi, non ci ha pensato un attimo: ha prenotato il volo da Pechino a Roma e ha subito acquistato un biglietto per poter partecipare a un momento importante della nostra storia.

Yi voleva vivere la notte in cui i romanisti hanno detto grazie a un grande capitano.

Per Yi è stata un’emozionante seconda volta allo Stadio Olimpico: era già venuto in Italia per salutare un altro mito, Francesco Totti, il 28 maggio di due anni fa. A ricordarlo, ancora si emoziona: «Da una parte ero felice perché riuscivo a vedere finalmente lo Stadio Olimpico, il mio sogno più grande; dall’altra però ero triste perché Totti stava lasciando il calcio. Avere bandiere come Totti e De Rossi è la gloria dei tifosi della Roma: loro due sono l’anima e il cuore di Roma».

Ha speso una cifra importante, perché ha potuto acquistare il biglietto aereo solo con pochi giorni di anticipo, ma non poteva mancare: il suo rammarico è che molti romanisti cinesi non hanno potuto fare come lui visti i tempi ristretti. Yi assicura che in Cina la Roma è molto seguita: «Molti tifosi in Cina pensavano di venire a Roma per l’ultima partita di De Rossi, come due anni fa per Totti, ma la notizia è arrivata troppo tardi così tanti di noi non hanno fatto in tempo a richiedere un visto turistico e a prendere ferie».

Domenica sera Yi era in Tribuna Monte Mario, a 15 metri dalle panchine, e ha visto da vicino il suo idolo.

Emozioni e un appello alla Roma

Non è stato facile trattenere le lacrime. «È stata una serata molti difficile per tutti noi. Ho avuto sentimenti contrastanti. Innanzitutto, mi sentivo onorato di avere avuto Daniele per tutti questi anni e volevo dimostrargli rispetto e gratitudine nella sua ultima partita alla Roma. Però ero anche molto triste perché Daniele non potrà avere un altro contratto ed è finita in questo modo. Nella nostra storia, abbiamo avuto giocatori come Totti, Conti e De Rossi che hanno lottato per la Roma anche se avrebbero potuto accettare migliori offerte da altri club: sono calciatori che rappresentano il nostro spirito e il nostro tesoro».

Yi ha 42 anni ed è un tifoso appassionato: segue con attenzione le notizie sulla Roma, sabato si è anche presentato al cancello di Trigoria per cercare di vedere da vicino De Rossi, nel giorno del suo ultimo allenamento.

Non risparmia critiche a Pallotta e spera che possa esserci ancora il tempo per un ripensamento. «Quando ho sentito la notizia dell’ultima partita di De Rossi ero sotto shock perché pensavo che potesse avere un altro contratto. Daniele è ancora importante per la Roma a causa delle sue performance dell’ultimo anno. Perfino ora, ho ancora la speranza che questo nuovo contratto possa arrivare: De Rossi è ancora il miglior centrocampista difensivo della Roma, nonostante l’età, ed è un nostro simbolo».

Yi è un impiegato nella sede cinese di una grande azienda automobilistica britannica e tifa per la Roma da 20 anni. Il motivo? Indovinare è facile. «Per Totti. Avrebbe avuto la possibilità di vincere molto nella sua carriera, ma ha scelto di restare per lottare per questo club e lo stesso ha fatto De Rossi. Ammiro il loro spirito e la loro lealtà».

“Figli di Roma, capitani e bandiere”: è il tesoro che rende la Roma così speciale in tutto il mondo.